Le tue idee

  • 16/12 – filippo – Non ho proposte da fare, purtroppo. Sono stato tanto tempo minoranza che oggi ho finito tutta la benzina. In più, dalla cgil e dai partiti che credevo al mio fianco ho avuto più delusioni che conforto.
    Se non cambia la mentalità di chi si ritiene a sinistra, se non impariamo che tutti abbiamo una responsabilità e un impegno verso gli altri, la strada di uscita non la vedo. O meglio, dopo la morte di Lucio Magri, ho cominciato a pensare che finalmente una decisione che mi riguarda e che mi soddisfa senza doverla troppo sudare c'è. E da oggi la chiamo la soluzione Magri: scegliere finalmente di essere per una volta padroni della propria vita, anche se la parola padrone mi fa ancora un certo
    effetto.

    A 186 persone piace - Mi piace >
  • 16/12 – dany67 – Onestamente in questo momento sono molto arrabbiata, quindi non scrivo per proporre un'idea, ma per togliermi un peso dallo stomaco.
    Dopo anni che si attendeva uno sciopero unitario finalmente questo avviene. Purtroppo devo constatare con mio grande rammarico che sarà di una sola ora e lo potrà fare solo chi ha l'ultima ora di lezione o a quanto pare anche la prima??? E' tutto molto nebuloso...E' ASSURDO!!! e il mio diritto a scioperare dov'è? se io non ho lezione nè la prima nè l'ultima non posso scioperare??
    Non ho parole. Sono anni che la scuola viene tartassata e, anche se nell'ultima manovra non siamo menzionati.. (perché abbiamo ancora sangue da dare?!?!?) non credo che sia in questo modo che si possa dare un segnale ed un messaggio. La maggior parte dei miei colleghi non aspettava altro che uno sciopero unitario, che sicuramente avrebbe avuto un largo consenso, se fatto diversamente. Ora la stragrande maggioranza di noi non lo farà o soprattutto non lo potrà fare.
    I miei complimenti. Un'insegnante veramente delusa e demotivata

    A 185 persone piace - Mi piace >
  • 19/12 – Santo Sapienza – Salve, vorrei dare un mio piccolo contributo, che parere dello scrivente è contributivo e maggiormente mirato. Invece di tartassare sempre il popolino o di chi lavora (chi lavora) i Signori politici Deputati, Senatori, deputati Regionali, consiglieri provinciali, consiglieri comunali di qualsiasi colore, dovrebbero dimezzate il tutto dallo stipendio ai privilegi, e poi perchè questi soldi ai partiti, chi li vuole sostenere lo faccia di volontà sua. Basta con questo spreco di denaro pubblico, io vorrei vedere loro (politici) con uno stipendio di € 1200,00 come faranno a campare una famiglia di 4 persone di cui un figlio disoccupato all'età di 28 anni e una figlia da mantenere al Liceo classico al penultimo anno, mia moglie fa sempre la casalinga e grazie a Dio non pago casa. Ci vuole più lavoro, ridurre le tasse alle imprese, ma solo chi assume lavoratori sia giovani che anziani, non ci dimentichiamo anche quelli che perdono lavoro ed hanno una certa età che nessuno li vuole. Saluti
    A 184 persone piace - Mi piace >
  • 23/12 – Rosanna – Desidero che la scuola pensi ai ragazzi e alle loro esigenze, ad un percorso didattico che esuli dagli interessi personali e particolaristici. La scuola é CULTURA! Voglio una scuola dove chi non fa il proprio dovere se ne torni a casa e dove i ragazzi vengano incoraggiati, sfruttando le loro potenzialità e apprezzando quello che sono e quello che sanno e non denigrandoli per quello che non riescono a fare.
    A 176 persone piace - Mi piace >
  • 26/12 – Paola – Vorrei vivere in un'Italia dove non si decide dalla sera alla mattina che gli insegnanti debbano frequentare obbligatoriamente un corso di inglese per tre anni, insegnanti che come me sono stati precari per 17 anni e adesso a 50 senza aver mai studiato l'inglese si ritrovano a non avere il diritto di scegliere, ad avere una busta paga priva ancora della ricostruzione carriera per non parlare poi della futura pensione!!
    A 176 persone piace - Mi piace >
  • 21/12 – Antonella – A cosa serve questo sondaggio? A prenderci ulteriormente in giro? Sapete benissimo cosa vuole la gente normale che lavora e si suda il proprio pane.Giustizia sociale, equità, solidarietà ed onestà morale ed intellettuale, IL LAVORO per i nostri figli. Sono parole o obiettivi reali e possibili?A voi che sedete ai tavoli delle trattative dico:"difendete i nostri diritti"perchè la classe operaia e quella media, non sono morte ma più vive che mai.
    A 175 persone piace - Mi piace >
  • 24/12 – Tom – Le Provincie non vanno abolite, vanno abolite le Regioni.
    A 175 persone piace - Mi piace >
  • 27/12 – Pippo – Nessun Paese d'Europa può risollevarsi da solo dalla crisi. Bisogna ripartire dall'Europa e con l'Europa. Per fare ciò occorre ricostruire un'identità e una cultura europea. Per rifare gli europei bisogna omogeneizzare i sistemi scolastici in una vera e propria scuola europea, a partire dal ciclo dell'obbligo e dalla formazione professionale.
    Bisogna farlo subito.

    A 173 persone piace - Mi piace >
< 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 ... >
Video Banner PicBadge Manifesto
Partecipa

Contribuisci con le tue idee
alla discussione sui temi proposti
da Ricostruiamo l'Italia

Pubblica

Registrati
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube