Le tue idee

  • 29/11 – Assunta – No al maestro unico, ritorniamo ai veri moduli .
    Non è possibile, inoltre, insegnare fino a 67 anni in una prima elementare, non c'è la forza necessaria. Con gli "acciacchi "dell'età non si è all'altezza del proprio compito. Bisognerebbe consentire, su base volontaria, di cambiare.
    No al numero chiuso nelle università.

    A 229 persone piace - Mi piace >
  • 03/11 – Piero Caracciolo – Riprendere l'impegno degli anni Novanta per riformare la pubblica amministrazione.
    Liberalizzare le libere professioni e tutelare i giovani tirocinanti
    Promuovere il continuo aggiornamento tra gli insegnanti medi, e valorizzare il loro lavoro.
    Combattere senza tregua la corruzione e il malcostume, nelle sue manifestazioni di base e di vertice, nei casi piccoli come in quelli grandi.

    A 228 persone piace - Mi piace >
  • 30/11 – dana – Bisogna tornare ai moduli di 30 ore nella scuola primaria con le compresenze.
    A 228 persone piace - Mi piace >
  • 14/11 – Alessandro – Il collasso sistemico purtroppo genera a volte degli innesti genetici fra vecchio e nuovo che nel tempo rigenera lo stesso cancro che ha distrutto il sistema precedente...
    La nostra bravura come generazione deve essere quella e troncare ogni contatto con il modo di fare concepito fin ora, un mondo dove il sociale e la solidarietà di classe non vengono inserite neanche all'ultimo posto dell'agenda politica è un mondo destinato al collasso.
    Abbiamo la possibilità di utilizzare la comunicazione come strumento di democrazia superando il concetto di dementocrazia tecnologico comunicativa che fino a oggi impera nel mondo occidentale...
    L'ultimo smartphone alla moda può essere un grande strumento oppure un grande aguzzino della nostra libertà.
    Scegliamo che senso dare al domani.

    A 227 persone piace - Mi piace >
  • 08/11 – Raffaele – Bisogna lanciare una campagna sull'introduzione di protezioni sociali sui lavori che sono flessibili per loro natura e che proprio per questo hanno bisogno di ammortizzatori sociali nei periodi di fermo, riqualificazioni professionali idonee, contributi previdenziali adeguati, insomma si passi dal precariato alla flessibilità sostenibile per i soli lavori che però non hanno una natura di lavoro dipendente classico.
    A 226 persone piace - Mi piace >
  • 29/11 – Tom – Il governo MONTI deve ricreare la fiducia nei giovani dando vere opportunità di lavoro. I pubblici dipendenti rappresentano un buon serbatoio di lavoro e quindi non è accettabile aumentare l'età pensionabile per fare cassa. E' opportuno invece intervenire sulle pensioni di reversibilità con una riforma che impedisca una elevata crescita dei trattamenti pensionistici.
    A 226 persone piace - Mi piace >
  • 30/11 – Vincenzo Rossi – Revisione del Decreto "Brunettiano" 150/2009 e Successive Modifiche affinchè Tutti gli Abusi (commessi da quei Dirigenti Irresponsabili che hanno usato questi "Poteri Maggiorati" per IMPERARE con Arroganza Vessando i sottoposti) abbiano modo di Cessare con ricadute positive sull'EQUITA' e Serenità Sociale/Lavorativa e sulla distribuzione Uniforme dei Carichi di Lavoro ai fini di evitare STRESS lavorativi con Danni Correlati.
    A 226 persone piace - Mi piace >
  • 01/11 – Cristian – Penso che il declino del nostro paese, sia iniziato subito, 150 anni fa. Ha poi subito il colpo finale con il famoso "compromesso storico" e Tangentopoli. Cosa dire poi delle tristemente famose "Baby pensioni"? Una vera schifezza. Chi ha fatto quella legge, dovrebbe marcire in galera... Forse sarò esagerato, ma da quando ho la ragione, ho visto un paese in continuo declino. Sia sociale che morale. Alcune proposte per l'Italia? 1. attuare immediatamente la legge di iniziativa popolare presentata dal Movimento 5 stelle di Grillo e ancora giacente chissà dove, perchè la casta ne ha paura. 2. Chi porta i soldi all'estero (i soliti furbi) perde automaticamente la cittadinanza italiana, diventa apolide e tutti i suoi beni vengono confiscati dallo stato. 3. Le aziende che delocalizzano all'estero, non possono più vendere i loro prodotti in Italia con il loro marchio italiano o comunque con la dicitura made in Italy. 4. Ritiro dell'esercito da qualsiasi teatro bellico o di peacekeeping e suo utilizzo, assieme ai servizi segreti, per la lotta alle mafie. 5. Lotta senza quartiere alle Lobbies. 6. Certezza delle pene per i delinquenti. 7. Qualsiasi personaggio che possieda testate giornalistiche, tv, radio ecc... deve essere considerato ineleggibile anche se a gestire i suoi interessi sono famigliari fino al 100° grado di parentela, tirapiedi, amici o prestanome. 8. Lotta all'evasione fiscale con l'utilizzo di una forza appositamente creata, come i famosi ispettori del fisco americani, che creano sempre sgomento ma che agiscono. 9. Indipendenza energetica del nostro paese da attuare attraverso l'obbiglio delle energie pulite, partendo da tutti gli edifici pubblici e dalle nuove costruzioni, quindi estendere le agevolazioni fiscali per chi volesse usare tali energie. 10. Creazione di una commissione per la ricerca e lo sviluppo sulla produzione dell'idrogeno quale combustibile per autotrazione, coinvolgendo le stesse compagnie petrolifere in una competizione in cui farebbero a gara tra di loro. Cosa dire poi della famosa fusione nucleare? Nessuno ne parla più, ma si diceva che potesse produrre energia pulita senza pericoli perchè diversa dalla fissione. 11. Opere pubbliche: le grandi opere devono essere seguite dal genio militare e dalla guardia di finanza, che, preventivamente, controllino a fondo i vincitori delle gare d'appalto. E' consentita una sola variante d'opera ai vincitori, che non deve superare il 10% del preventivo pattuito in gara d'appalto, pena l'esclusione dall'appalto stesso e richiesta dei danni da parte dello stato. 12. Eliminazione totale della riforma Gelmini e nuovo piano di rilancio per scuola, università e ricerca. 13. Eliminazione del finanziamento pubblico a partiti, giornali e a tutto il settore privato. Sennò i nostri manager continueranno a far ridere i polli, oltre che a fare i furbi. 13. La chiesa deve pagare l'ici sugli edifici da cui ricava guadagno... qui bisogna anche ridiscutere il concordato, perchè Vaticano a parte, gli edifici ecclesiastici che non siano le chiese, occupano suolo italiano (è come se uno stato straniero si mangiasse un pezzo d'Italia senza che nessuno dica niente). 14. Abolizione delle pensioni "parlamentari". 15. Abolizione delle auto blu (se ne riseveranno solo alcune per le più alte cariche dello stato). Per i magistrati che lavorano contro terrorismo e mafia, le auto blu e le scorte possono benissimo essere messe a disposizione dall'esercito, che se non ricordo male, ha tra i suoi ranghi, delle forze speciali d'elite (incursori, San Marco, Ros, Gis ecc...). 16. Abolizione del bollo auto e lotta ai cartelli delle compagnie assicurative (ovviamente bisognerà anche lottare contro i furbi che truffano le compagnie stesse)... 17. Divieto di voto in parlamento ai Senatori a Vita. 18. Gli italiani residenti all'estero, possono votare per il parlamento italiano, solo se pagano le tasse in Italia... altrimenti se ne restino all'estero e non decidano per noi. 19. Riduzione immediata (ne bastano 4/5 per ogni regione) del numero di parlamentari e riduzione del loro stipendio a quello degli impiegati, perchè è quello che sono. 20. Abolizione delle province, o almeno, ridurne sensibilimente il numero. 21. Abolizione delle regioni a statuto speciale, salvaguardando solo quelle zone in cui vi è il bilinguismo (come la provincia di Bolzano). Di idee ce ne sarebbero a bizzeffe, ma tanto mi starete prendendo per pazzo e quindi mi fermo qui... Voglio solo dire questo. L'Italia si può cambiare basta volerlo. Ma qualsiasi nostro politico, di qualsiasi colore, non lo vuole. Questa è l'amara realtà. Quindi prepariamoci a cambiare bandiera. Vi piacerebbe quella a strisce bianche e azzurre, con un quadrato azzurro in cui campeggia una croce bianca?...a buon intenditor... Grazie
    A 225 persone piace - Mi piace >
< 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 ... >
Video Banner PicBadge Manifesto
Partecipa

Contribuisci con le tue idee
alla discussione sui temi proposti
da Ricostruiamo l'Italia

Pubblica

Registrati
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube