Le tue idee

  • 09/07 – Paola – Ho letto con piacere la nota 5092 del Miur 05/07/ 2012 riguardo il piano di formazione linguistica dei docenti scuola primaria : il corso non è obbligatorio... benissimo...prevede quindi che ci sia la disponibilità e la volontà del docente a frequentare il corso OK !!!
    Adesso mi domando perchè è obbligatorio che insegni inglese nelle classi che mi verranno assegnate?

    A 139 persone piace - Mi piace >
  • 10/01 – Vincenzo Rossi – Il Prof. Antonio DEIARA mi pare avere in DOTE sia la competenza Tecnico-Didattica che la concretezza Innovativa-Funzionale: in Italia i colleghi con simili "allarmanti" caratteristiche (spesso) vengono "zittiti" e/o criticati.....ULTIMAMENTE (anche) PUNITI......
    Tali "amenità" provengono dall'alto, dal basso e (spesso) anche dalle "linee mediane" !!!
    Resta la soddisfazione della STIMA da parte degli alunni (et) della Rilevabile Competenza a loro "inculcata": perchè non proviamo ad "auto-valutarci" così ?!!!?

    A 138 persone piace - Mi piace >
  • 10/01 – Paola – Egreg. Professore Daiara forse alcuni insegnanti sono in questo periodo demotivati proprio perchè non riconoscono più la loro SCUOLA, una scuola che lei ha decantatato, con o senza la Lim, una scuola che sicuramente abbiamo perduto anche a causa di una parte di noi che non ha voluto assumersi le giuste responsabilità e ha preferito nascondersi in una scuola senza storia. Mi ha sconfortato "il dio denaro" i cui effetti sono ben visibili sulle nuove e ....vecchie generazioni. Per i ragazzi che non studiano, e sui quali secondo lei il problema non si pone, le ricordo la bellissima metafora alata di Daniel Pennac!! Good evening!!
    A 138 persone piace - Mi piace >
  • 13/01 – Paola – La ringrazio professore Deiera dello scambio di idee anche per me il tempo è prezioso, inoltre ritengo inopportuno continuare a occupare spazio su una bella e incoraggiante piattaforma come questa, dove le proposte e le idee viaggiano libere, è importante non cadere nell'errore di scontrarci ma dobbiamo lavorare insieme......come in una grande orchestra! Arrivederci
    A 138 persone piace - Mi piace >
  • 13/01 – nato 52 – Quale proposta i sindacati rivolgono alla commovente Ministro Fornella per rivedere la riforma pensionistica che di equità non c'è nulla.In particolare per la scuola cosa propone il sindacato? Insegnare è un lavoro più che usurante.I docenti tra non molto si recheranno a scuola con la badante.Viva l'Italia paese di Me***.
    A 137 persone piace - Mi piace >
  • 05/07 – Piero – Vorrei proporre ai partiti che sostengono il governo Monti, al Presidente della Repubblica, come mio rappresentante, di valutare e quantificare tutte le spese militari in essere, non legate a missioni "umanitarie" od a impegni NATO (queste valutabili in un secondo momento rispetto al ruolo dell'Italia nell'alleanza atlantica) e girare queste somme per lo sviluppo, la ricerca universitaria e la spending review. Inoltre vorrei chiedere, attraverso il sindacato, visto che non so come altrimenti fare, che ci sia informazione sulle spese militari e di fare presente questa cosa al segretario del PD Pierluigi Bersani che non mi pare nei suoi interventi a sostegno del governo, abbia mai chiesto un rendiconto delle suddette spese. Grazie.
    A 137 persone piace - Mi piace >
  • 11/01 – Antonio DEIARA – Grazie al Collega Vincenzo Rossi per l'incoraggiamento! Per la Collega Paola: non ho molto tempo per giocare al "si rilegga la bellissima frase/il bellissimo libro". Le fornisco un indirizzo dal quale ricavare informazioni circa i miei impegni attuali sul "fronte" Scuola: www.sardies.org "Ottoni all'Ottavo" e precedenti. Con stima, A.D.
    A 136 persone piace - Mi piace >
  • 27/08 – Vincenzo Rossi – Augurando buona ripresa a tutti,
    ai fini di una Scuola DAVVERO "ricostruita" (PER COLORO CHE LO VOGLIANO) vi riporto uno stralcio pubblicato sul Sito Nazionale della FLC CGIL il 22 agosto scorso di un collega di Siena: http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/io-professore-di-liceo-difendo-i-voti-bassi.flc

    Gentile Veladiano,
    sono un tuo collega e ti scrivo a proposito dell’articolo del 14 agosto “Cari prof, non date mai meno di 4 agli studenti”.
    Ho sempre ritenuto opportuno usare tutta la gamma dei voti
    (escluso per la verità l’1 ed assegnando con molta parsimonia il 10)
    e non ho mai avuto casi di autolesionismo; e molto raramente casi di ritiro da scuola.
    Il problema, secondo me, non sta nel voto numerico, che resta, nella totalità della sua gamma, il mezzo più diretto, economico, semplice e TRASPARENTE per graduare i risultati dell’apprendimento; i giudizi rischiano di essere intrisi di “didattichese” e di eufemistiche ipocrisie, come spesso è avvenuto in questi anni nella scuola dell’ OBBLIGO;
    si accusano sempre i voti troppo bassi di creare disagio psicologico, ma non si dice mai che certi entusiastici giudizi ammanniti con LARGHEZZA ed OPPORTUNISMO nella scuola dell’obbligo, ..., hanno talora creato sensi di onnipotenza altrettanto pericolosi ed incapacità di rapportarsi alle difficoltà della vita.....
    Occorrerebbe poi un’analoga EDUCAZIONE riguardo alla natura del VOTO anche nei confronti dei GENITORI,
    i quali lo considerano sempre più spesso un trofeo da ESIBIRE o una vergogna da nascondere o un’offesa PERSONALE. Molte delle tragiche vicende cui facevi riferimento nel tuo articolo nascono, più che dagli errori della scuola, da una PRESSIONE familiare derivata da questa PERVERSA e DEFORMATA visione del VOTO.
    Prof. Lodovico Guerrini — Liceo Classico Piccolomini, Siena.

    A 136 persone piace - Mi piace >
< ... 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 ... >
Video Banner PicBadge Manifesto
Partecipa

Contribuisci con le tue idee
alla discussione sui temi proposti
da Ricostruiamo l'Italia

Pubblica

Registrati
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube