Le tue idee

  • 18/01 – maurizio – Perché non si è mai pensato di far accedere al VII livello stipendiale gli insegnanti di scuola primaria, considerato che che sono in possesso di laurea, quindi discriminati rispetto agli insegnanti delle scuole secondarie.
    A 119 persone piace - Mi piace >
  • 20/01 – RITA – inoltre e proseguo il pensiero precedente........tutela dei lavoratori da parte di sindacati nn lobbisti........ma associazionisti............niente piu' sprechi .....rsu nn servono.......scioperi nn servono......basta far rispettare le leggi di tutela dei lavoratori .........e poi chi sbaglia fuori.......... dimissioni e carcere per qualche anno con pagamento di multe salatissime...........in america il primo che sbaglia si dimette e paga.....in italia chi ammazza centinaia di persone
    o sbatte sugli scogli un transatlantico viene premiato col soggiorno a casa davanti al televisore e ad un bel piatto fumante di pastasciutta!!!!!!!!!!!

    A 117 persone piace - Mi piace >
  • 20/01 – Piperita Patty – Ricominciamo dalla scuola pubblica. Per prima cosa bisogna selezionare adeguatamente i Dirigenti che devono essere motivati e presenti in tutti i sensi.
    Bisogna quindi rivedere i criteri di assunzione degli insegnanti passando alla chiamata diretta da parte dei Dirigenti in base ad un curricolo di studi pertinente con il lavoro per cui si viene assunti.
    Un esempio: da 10 anni la lingua inglese è obbligatoria e materia d'esame alla scuola media. Nonostante ciò parecchi insegnanti di sostegno non la conoscono e non si preoccupano di conoscerla poichè nessuno glielo richiede.
    So bene che la chiamata diretta farà arricciare il naso a molti. So anche che quei molti mai chiamerebbero una colf da una graduatoria o ne assumerebbero una che non sa stirare.
    Bisogna anche trovare una soluzione per i Collaboratori scolastici. Oggi le loro mansioni, pulizia e sorveglianza, mal si conciliano con l'orario di servizio rendendo il loro lavoro troppo pesante e poco efficace.

    A 114 persone piace - Mi piace >
  • 20/01 – RITA – come ricostruire l'italia?
    1- rimettere i controllori per far rispettare le leggi...sui treni, sugli autobus,negli uffici, nelle aziende , nei tribunali, nelle strade, nei negozi, nelle scuole, negli uffici pubblici.
    2- rimettere sulle strade comunali -statali-autostradali personale per pulizie tombini, marciapiedi, erba e quant'altro (POSTI DI LAVORO)
    3-togliere tutti i finanziamenti ai comuni sperperoni e finanziare solo i comuni attivi....attivi nn sulla carta ma sugli effetti...strade-servizi-tutela ambiente-salute ecc (POSTI DI LAVORO).
    4-togliere tutti i denari pubblici ai politici...pagare solo uno stipendio doppio rispetto ad uno statale.
    5- nn far succhiare soldi alle mafie.....come??? con i controlli di ispettori in borghese e in incognito, altamente rigorosi.
    QUESTE SAREBBERO LE PRIME COSE DA FARE IMMEDIATAMENTE!!!!!!!!!POI ....STIPENDI UGUALI PER TUTTI....CASE PER TUTTI.....PENSIONE PER TUTTI.....CURA DELLA SALUTE PER TUTTI....NIENTE PIU' RICCHI .....MA TUTTI UGUALI.....CHI VUOLE MIGLIORARE RADDOPPIA IL SUO OPERATO..........TASSE PER CHI POSSIEDE TROPPO!!!!!!!!!!!

    A 114 persone piace - Mi piace >
  • 23/01 – Vincenzo Rossi – Non la conosco MA mi ritrovo (al 95%) con quanto espresso da RITA:
    .....Tutela dei lavoratori da parte di Sindacati NON Lobbisti/CONSOCIATIVISTI........ma associazionisti........niente piu' sprechi .....-ALCUNE- RSU non servono... (...dipende, da che dipende; da che punto guardi il mondo TUTTO dipende......) !!!!!
    Come "RIUNIFICARE" la nostra Italia ?
    1- rimettere i controllori per far RISPETTARE LE LEGGI...sui treni, sugli autobus, negli uffici, nelle aziende , nei tribunali, nelle strade, nei negozi,
    IN ALCUNE SCUOLE !!!!!!!
    2- rimettere sulle strade comunali -statali-autostradali personale per pulizie tombini, marciapiedi, erba e quant'altro (POSTI DI LAVORO)
    3-togliere tutti i finanziamenti ai comuni sperperoni e finanziare solo i comuni attivi....attivi non sulla carta ma sugli effetti...strade-servizi-tutela ambiente-salute ecc (POSTI DI LAVORO).
    4-togliere tutti i denari pubblici ai politici.....
    5- non far succhiare soldi alle mafie.....come??? Con i controlli di ispettori in borghese e in incognito, ALTAMENTE RIGOROSI.
    QUESTE SAREBBERO LE PRIME COSE DA FARE IMMEDIATAMENTE !!!!!POI ....STIPENDI UGUALI PER TUTTI....CASE PER TUTTI.....PENSIONE PER TUTTI.....CURA DELLA SALUTE PER TUTTI....NIENTE PIU' RICCHI .....MA TUTTI UGUALI (quasi uguali).....
    CHI VUOLE MIGLIORARE RADDOPPIA IL SUO OPERATO..........TASSE PER CHI POSSIEDE TROPPO!!!
    Così, però, "rischiamo" di Superare la Germania; noi (invece) restiamo Italia!!!!!

    A 114 persone piace - Mi piace >
  • 30/01 – Ugo – Mi chiamo Ugo Conforti sono un CS e laureando in Economia e Managment dellle Imprese Cooperative e ONP.
    Bisogna insegnare ai docenti di rispettare il lavoro del personale ATA e viceversa,
    Ma questa deve essere condiviso e pubblica per tutti..
    Altrimenti si avranno sempre problemi. Bisognerebbe introdurre all'interno delle istituzioni scolastiche un codice etico obbligatorio e questo permette già agli alunnni di rispettare il bene comune come la scuola e i suoi spazi.

    A 107 persone piace - Mi piace >
  • 30/01 – Alfonso – Per ricostruire una buona Italia bisogna partire dalla scuola dove bisogna comprendere tutti i disagi che ci sono "anche quelli non visibili" perchè costruire significa educare e questo lo si fa prima in famiglia e poi a scuola. Sono un docente di scuola secondaria superiore, dopo tanti anni ho percepito che non sempre si tiene conto dei tanti problemi dei ragazzi ma si pensa solo agli aspetti dell'apprendimento che sono importanti ma non devono essere tralasciati altri aspetti dei ragazzi quali: disagi, problemi familiari, integrazione, la comprensione ecc...perchè solo cosi riusciamo a costruire un Italia che domani sia rispettata dalla società. A mio parere solo con la cultura, l'educazione e il rispetto delle regole l'italia cresce.
    A 105 persone piace - Mi piace >
  • 30/01 – ROSA – Per ricostruire l'Italia occorre ridare alla scuola,in primis, le ore di lezione tolte agli studenti, ridimensionare il numero per classi, aprire la scuola ai ragazzi anche nel pomeriggio, allora si che potremmo avere meno disoccupazione e studenti più seguiti e quindi più preparati, tutto questo porterà L'Italia ad un progressivo sviluppo.I docenti delle graduatorie ad esaurimento, in attesa di stabilizzazione, devono essere stabilizzati poichè hanno seguito le regole loro imposte dallo Stato,e per il seguito si facciano abilitazioni o concorsi solo per posti realmente esistenti. Occorre che le regole siano fatte rispettare e questo non è stato fatto, occorre pensare di più a chi è senza lavoro che a chi il lavoro lo ha già, occorre la regola lavorare meno lavorare tutti se vogliamo combattere la disoccupazione, la quale esaspera gli animi e porta al declino di tutto.La precarietà, inoltre svilisce e logora e incide negativamente anche sugli alunni.
    A 102 persone piace - Mi piace >
< ... 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 ... >
Video Banner PicBadge Manifesto
Partecipa

Contribuisci con le tue idee
alla discussione sui temi proposti
da Ricostruiamo l'Italia

Pubblica

Registrati
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube