Docenti e collaborazione con il dirigente scolastico

Il contratto nazionale stabilisce (art. 34) che il dirigente scolastico possa individuare due collaboratori scelti tra i docenti in servizio ai quali delegare specifici compiti in ambito organizzativo e/o amministrativo.

Alla contrattazione d'istituto spetta il compito di stabilire la misura del compenso per le attività aggiuntive previste per la collaborazione con il dirigente scolastico. Tale compenso può essere definito in maniera forfetaria e stimato in ragione del carico di lavoro affidato ai due collaboratori, tenendo conto della complessità della scuola, dell'entità dei fondi a disposizione e della necessità di corrispondere al CCNL laddove prevede un ragionevole equilibrio tra il salario accessorio e quello fondamentale dei lavoratori (art. 88 c 1).

Il compenso per la collaborazione con il dirigente scolastico non è cumulabile con quello previsto per l'incarico di funzione strumentale.