La formazione in servizio del personale ATA

Ogni anno il Ministero dell'Istruzione contratta con i sindacati l'uso e la destinazione delle risorse per la formazione del personale della scuola.

La scuola può organizzare in proprio o in collaborazione con altre scuole, in aggiunta ai piani previsti ai diversi livelli territoriali, attività di aggiornamento utilizzando il fondo unico assegnato a questo scopo.

Il contratto di scuola stabilisce:

  • la quota del fondo per la formazione ATA
  • le attività da organizzare con le risorse della scuola
  • gli obiettivi della formazione
  • i criteri di partecipazione, in particolare quando il corso è organizzato da soggetti diversi dalla scuola
  • i criteri di scelta tra recupero o pagamento delle ore aggiuntive di formazione e il limite delle ore pagate come straordinario.

Il contratto nazionale stabilisce che il piano di formazione del personale ATA in riferimento al POF sia predisposto dal DSGA, sentito il personale ATA, all'interno del Piano annuale delle attività.