Domani è un altro mondo. Rappresentare il cambiamento

Dopo le denunce collettive, le campagne, le proposte di Giovani NON+ , ecco la terza edizione della Festa nazionale Domani è un altro mondo. Rappresentare il cambiamento che si terrà, quest'anno, a Paestum dal 12 al 14 luglio. Tre giornate di dibattito il cui tema principale è il lavoro: il lavoro precario, svalorizzato, senza diritti, svolto sotto ricatto, il lavoro nero, gli stage non pagati...
...e il lavoro come invece dovrebbe essere; sindacalizzazione del lavoro discontinuo e frammentato, contrattazione collettiva inclusiva, capace di estendere la rappresentanza.

"Un nuovo mondo si sta rapidamente costituendo - dicono i Giovani della CGIL - noi vogliamo rappresentare il cambiamento che restituisca forza al lavoro e libertà alle persone".

La lotta alla precarietà è, per i giovani della CGIL, il punto di partenza di questo processo di cambiamento ma anche linguaggi, schemi interpretativi della realtà, pratiche: tutto è da cambiare.

All'assemblea conclusiva del 14 luglio parteciperà il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso.