Giovani Facebookkiani e Twitteriani cercasi

Sono sempre di più le aziende che oggi affidano buona parte della loro comunicazione ai social media, Faceboook, Twitter, Youtube, per citare i più comuni e diffusi, ed è proprio per questo che si sta da poco delineando una vera e propria professione, quella del Social Media Marketing Expert. Perché, se è vero che i nuovi mezzi di comunicazione migliorano le attività e la visibilità aziendale, è anche vero che diventa necessaria la presenza di una persona fisica che dedichi tempo ed energie a queste attività.

Nello specifico, la figura del Social Media Marketing Expert deve avere adeguate capacità di scrittura, padroneggiando registri linguistici differenti, una vasta cultura generale, sia umanistica che economica, che gli permetta di interfacciarsi in modo idoneo con diversi tipi di interlocutori, una conoscenza del web approfondita, conoscerne i meccanismi, le dinamiche e l’estrema flessibilità, una buona conoscenza dei più comuni software informatici, ma anche una conoscenza discreta del linguaggio html, infine una conoscenza del marketing tradizionale. 

Competenze e conoscenze a cui i docenti dell’Istituto “Galilei Costa” di Lecce, la prima scuola italiana ad aver attivato un web server, stanno lavorando già da diverso tempo per inserirle, già dall’anno prossimo, nel percorso di studi degli alunni, orientando parte della formazione in termini di marketing, di comunicazione e di informatica proprio nell’uso e nell’applicazione dei più importanti social media, cosa che va ben oltre l’uso “normale” che i giovani ne fanno oggi (postare stati, twittare, taggare, commentare e condividere).

Quello che ai genitori sembra spesso solo un gioco e un inutile passatempo potrebbe diventare (e sta già diventando) un vero e proprio mestiere. Perché non investirci?